Gotan Project
torna all'elenco

Gotan Project

Gruppo musicale formato nel 1999 dal francese Philippe Cohen Solal (tastiere), 
dallo svizzero Christophe H. Müller (programmazione strumenti elettronici) e 
dall'argentino Eduardo Makaroff (chitarra ed alcuni strumenti a corda). 
La formazione di base si avvale inoltre della collaborazione di alcuni musicisti argentini, tra i quali il pianista Gustavo Beytelmann e la cantante Cristina Vilallonga.


Epoca (La Revancha del Tango)

Quando viene pubblicato, nel 2001, il loro primo e attesissimo album, "La Revancha Del Tango", il successo è immediato, oltre un milione di copie vendute e la nascita di un genere musicale originale. 
Non solo campionamenti e drum machine: il gruppo si compone anche di ottimi musicisti, come il pianista Gustavo Beytelmann (esiliato dall'Argentina all'epoca della dittatura) e la cantante Cristina Vilallonga. 
Dall'incontro tra l'anima "acustica" e quella elettronica nascono brani originali che inevitabilmente strizzano l'occhio alla tradizione, Piazzolla in primis. "Queremos Paz", "Epoca", "El Capitalismo Foraneo" sono tracce solcate da un'ineffabile malinconia, in cui le note del bandoneon si perdono in mille riverberi, rimbalzando come gocce sopra un sintetizzatore. Nel groviglio di strumenti acustici e batterie elettroniche si insinua la voce sanguigna di Cristina Vilallonga, che interpreta brani tradizionali e originali con la medesima intensità e classe. Le sue parole sfiorano e passano dall'intimità di un amore finito alla rabbia per una libertà sfregiata..

LUNÁTICO

Lunàtico (2006) 
è il loro terzo lavoro, ed è un disco molto bello, elegante, raffinato e ispirato. 
Si capisce che il lavoro di ricerca dei Gotan Project è andato avanti in questi cinque anni serio e senza strappi. Che se, in Lunatico, non ha portato grosse novità musicali, si fa sentire soprattutto nella collaborazione con i Calexico per il brano iniziale "Amor Porteño" e nel rap intenso di "Mi Conexiòn", nella rivisitazione di un brano di Ry Cooder "Paris Texas" che chiude il disco. Se nel confronto con il primo lavoro, "La revancha del tango", "Lunàtico" esce perdente è solo perché La revancha è un disco bellissimo e, forse, irripetibile. Di un intensità e qualità straordinaria dall’inizio (con lo splendido attacco di Queremos Paz) alla fine. 
Così innovativo allora, che era quasi stupefacente. Storico anche per l’importanza che riveste per il tango stesso, che con i Gotan Project è entrato da protagonista nel terzo millennio, perché sono riusciti, grazie al sapiente e ispirato innesto dell’elettronica, a dare nuova forza.


©2013-2018 Quelli che… Accademia del Tango Argentino - Via Josip Broz Tito 6, 42123 Reggio Emilia - C.F. e P.Iva: 91165610352